Aggiornamento e furbizie all’italiana

di Fabio Cavalera

Il vetusto e traballante Ordine dei giornalisti, nella versione lombarda, si appresta a inaugurare la sua nuova stagione, dunque nuovo consiglio (di cui rifarò parte) e nuovi impegni.

Purtroppo si rischia di cominciare col passo sbagliato.

Leggi tutto

Un Ordine serio non un banchetto

Finalmente le elezioni sono alle spalle e alcune considerazioni si possono fare. Il dato più evidente, semmai fosse ancora necessaria una dimostrazione, è che vi è una frattura evidente fra la vecchia, traballante istituzione ordinistica e la platea dei giornalisti.

Leggi tutto

Cambiare l’Ordine o cancellarlo

di Fabio Cavalera

L’Ordine dei giornalisti così com’è non serve. O lo trasformiamo o lo aboliamo. Una istituzione debole, autoreferenziale, trasformata in trampolino di lancio per carriere personali o peggio per interessi di consorterie sindacali è meglio cancellarla.

Leggi tutto